Get Adobe Flash player
tesseramento 2012
Convenzioni e Polizze

Cagliari, 22 Maggio ore 11 conferenza stampa

I segretari Generali regionali della Feneal Uil Marco Foddai, della Filca Cisl Giovanni Matta e della Fillea Cgil Chicco Cordeddu, terranno una conferenza stampa Lunedi prossimo 22 Maggio, alle ore 11:00 c/o la sala riunioni al 2° piano della Cisl di Cagliari in via Ancona n°11. Nel corso della stessa verranno illustrati i contenuti e le motivazioni della manifestazione che i Sindacati dei lavoratori edili hanno organizzato per il giorno 25 Maggio p.v. a Cagliari sotto il palazzo del Consiglio Regionale.

locandina-manifestazione-regionale-25-maggio

img-20170506-wa0032

 

Il prossimo 25 maggio i lavoratori dell’edilizia  organizzati da Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil saranno nelle piazze d’Italia per rivendicare il diritto ad accedere realmente alla pensione dopo anni passati sulle impalcature, per la sicurezza, per il lavoro e per il rinnovo dei contratti, per una seria lotta al lavoro nero.

bunner-logo-organizzazioni

Cagliari, ore 10 sotto il palazzo del consiglio regionale in via Roma
MANIFESTAZIONE SIT-IN
Interverranno i Segretari Generali Regionali Marco Foddai (Feneal Uil), Giovanni Matta (Filca Cisl), Enrico Cordeddu (Fillea Cgil)

In allegato volantone manifestazione in pdf :  volantonenazionalesistampibassa

280417_banner-640x265

 

In allegato il volantino: 280417_volantinosafeday-2

tesseramento

 

uil-tesseramento-fenealuil-jpg-350x496

 

 

manifesto-per-conferenza

Cagliari, 28 NOVEMBRE 2016

OLTRE 150 QUADRI E DELEGATI, GIUNTI DA TUTTA LA SARDEGNA, APPROVANO
ALL’UNANIMITA’ UN ODG PER RIDURRE I REQUISITI PER APE AGEVOLATA EDILI

foto1

 

foto2

 

foto3

 

foto4

 

In allegato file pdfodg-ape-social

feneal-assemblea-regionale-28-11-2016

 

In allegato :

feneal-assemblea-regionale-28-11-2016

bannerediliziapiccolo

 

presentazione-standard1-350x317

In allegato il volantino:                                        071116volantinoediliziasistampipersonalizzazioni-1

TERREMOTO: FONDO DI SOLIDARIETA’ PER LE POPOLAZIONI CENTRO ITALIA

cgilcisluil_confindustria_large

Il contributo volontario sarà pari a un’ora di lavoro e un contributo equivalente, per ogni lavoratore, da parte delle imprese.

IBAN: IT94V0103003201000002589031

attivato presso il Monte Paschi di Siena intestato a Confindustria, Cgil,Cisl e Uil

Fondo Solidarietà Popolazioni del Centro Italia

ScreenHunter_04-Dec.-03-17.45

 

Sassari, 27 agosto 2016
TERREMOTO NEL CENTRO ITALIA, IL BILANCIO SI AGGRAVA: 284 MORTI
OGGI GIORNATA DI LUTTO NAZIONALE
BANDIERE DELLA FENEAL E DELLA UIL A MEZZ’ASTA E LISTATE A LUTTO

 

fenea1

 

 

feneal2

 

 

feneal3

TERREMOTO DEVASTA IL CENTRO ITALIA: OLTRE 240 MORTI E CENTINAIA DI FERITI. LA FENEAL E LA UIL ESPRIMONO SOLIDARIETA’ E VICINANZA ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAL TERREMOTO

foto terremoto in centro italia

ScreenHunter_04-Dec.-03-17.45

In allegato comunicato UIL :

TERREMOTO CENTRO ITALIA – Dichiarazione di Barbagallo (1)

In allegato comunicato Feneal-Uil :

Comunicato – TERREMOTO CENTRO ITALIA (3)

26 MAGGIO: FENEAL, FILCA, FILLEA IN PIAZZA CON CGIL CISL UIL PER IL LAVORO E LO SVILUPPO DEL NORD OVEST DELLA SARDEGNA

 

nuova foto

IL NORD OVEST SARDEGNA SI FERMA, SCIOPERO PROVINCIALE: IN DIECIMILA SFILANO IN CORTEO E IN PIAZZA D’ITALIA CON CGIL,CISL,UIL PER IL LAVORO E LA SOLIDARIETA’ SOCIALE

image2 sciopero 26 maggio 2016

IMG-20160601-WA0005

immagine palco

immagini sindacao sassari manifestazione

 

CGIL, CISL, UIL DEL NORD OVEST SARDEGNA HANNO SFILATO ALLA CAVALCATA SARDA PER PROMUOVERE LO SCIOPERO PROVINCIALE DEL 26 MAGGIO.

 

bliz sindacati cavalcata sarda 22 maggio 2016

SASSARI, GIOVEDI 26 MAGGIO 2016

SCIOPERO GENERALE PROVINCIALE PER IL LAVORO E LA SOLIDARIETA’ SOCIALE

 

Manifesto A3 definitivo

 

Volantino A5 definitivo

 

 

ASSEMBLEA GENERALE QUADRI E DELEGATI CGIL CISL UIL

Martedì 12 Aprile 2016 ore 9:30
Hotel Grazia Deledda, Viale Dante 46 – Sassari

In allegato trovate la locandina Ass.CGIL CISL UIL 12.04.2016

SiStampi

TESSERAMENTO FENEAL UIL 2016

Locandina-Tesseramento-Fenealuil-2016-350x483

Parigi, strage terroristica: 129 morti, 352 feriti, la veneziana Valeria Solesin tra le vittime al “Bataclan”
VOGLIONO FARCI PAURA, NON CE LA FARANNO MAI

JE SUIS PARIS

 

ScreenHunter_16 Nov. 16 23.15

TERZO ANNIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DI TONINO CORREALE

 Lunedì 31 agosto 2012 si è spento Antonio Correale (noto Tonino), segretario generale della Feneal Uil nazionale.

Oggi, a distanza di tre anni vogliamo ricordarti com’eri, pensare che ancora vivi, che come allora ci ascolti e ancora sorridi.

Marco Foddai , Segretario Generale Feneal Uil Sarda

TONINO-CORREALE-FOTO

 

 

logo-uil1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL COMUNICATO DELLA SEGRETERIA REGIONALE

Il Segretario Generale Marco Foddai, i Segretari Regionali Gianni Olla, Carlo Marras, Mario Arzu e tutta la Feneal-Uil Sarda, addolorati per la Sua prematura scomparsa, si stringono in un affettuoso abbraccio alla moglie Carolina, alle figlie, al fratello Emilio e a tutti i familiari.
Ne ricordano le grandi doti umane, la serietà, la competenza, la dedizione alle tutele del lavoro, i tanti preziosi consigli avuti per la difficile gestione delle problematiche che vivono gli Enti Paritetici di settore a causa della grave crisi del comparto edile, la grande raccomandazione di stare vicino ai lavoratori, ai disoccupati ed a tutti quelli che sono in difficoltà perché non trovano lavoro in un Paese che non cresce ed in particolare in una Regione che vive quotidianamente drammi occupazionali.
Tonino Correale mancherà tanto a tutti noi, ma resterà sempre vivo nei ricordi della Feneal-Uil Sarda di cui in tutti questi anni si è dimostrato amico e sostenitore.
IL COMUNICATO DELLA SEGRETERIA NAZIONALE
La Feneal Uil ha perso un grande ed appassionato dirigente sindacale di tanti anni di battaglie importanti e conquiste preziose per la categoria.
Antonio Correale Segretario Generale Feneal Uil dal gennaio 2010, lungamente a capo della segreteria organizzativa Feneal dopo una lunga militanza nella Federazione di Napoli, di cui è stato segretario fino al suo approdo nella segreteria nazionale Feneal.
La Segreteria e tutta la Federazione si stringe attorno ai familiari in un affettuoso e fraterno cordoglio e nel ricordo di un grande uomo che fino alla fine si è dedicato al lavoro con tutto sé stesso, forte di un impegno sindacale di eccezionale valore che rimarrà un esempio nella storia della Feneal.
L’umanità e il forte senso di autonomia, il profondo radicamento ai valori del riformismo e del contrattualismo restano ben saldi nella coscienza dei militanti della Feneal Uil e non smetteranno mai di generare frutti e speranze per lo sviluppo del nostro sindacato.
IL COMUNICATO DELLA UIL NAZIONALE
E’ morto il Segretario generale della Feneal-UIL, Antonio Correale. Alla guida della categoria degli edili da circa tre anni, Correale è venuto a mancare, oggi, a causa di un improvviso peggioramento di una lunga malattia che non gli aveva impedito di svolgere il suo ruolo, attivamente e in prima linea, sino all’ultimo giorno di vita. Docente della formazione, aveva iniziato il suo impegno negli edili della Uil di Napoli. Dirigente sindacale sin dal 1978, Correale era entrato a far parte della Segreteria nazionale nel 1992. Chiamato a guidare la categoria, in un momento di grandi e delicate difficoltà, Correale aveva saputo ridare slancio all’azione della Feneal-UIL. Uomo di grande sensibilità e bontà congiunte ad un’eccezionale capacità professionale, Correale lascia un vuoto incolmabile. Addolorati per la sua prematura scomparsa, Luigi Angeletti e la Uil tutta si stringono al fianco della moglie, delle figlie e dei familiari.

BANDO PER RESTAURATORE DI BENI CULTURALI

In riferimento al bando per il conseguimento della qualifica di restauratore di beni culturali pubblicato dal Mibact lo scorso 22 giugno, la Feneal Uil ricorda che la procedura di selezione avverrà esclusivamente per via telematica sul sito del Mibact a partire da lunedì 31 agosto per chiudersi alle ore 12 di venerdì 30 ottobre 2015.
La domanda di partecipazione andrà compilata e inviata esclusivamente in via telematica entro tale termine, pena l’esclusione dalla procedura di selezione in corso di svolgimento.
Alla domanda andrà allegata copia non autenticata del documento di identità o di riconoscimento equipollente.
Per assistenza sul bando, gli interessati in possesso dei requisiti possono recarsi nelle sedi della Feneal Uil .

SABATO 18 LUGLIO 2015, MIGLIAIA DI EDILI A ROMA IN PIAZZA SS. APOSTOLI PER :

– RILANCIARE GLI INVESTIMENTI IN EDILIZIA

– RIDURRE L’ETA’ PENSIONABILE

– PIU’ SICUREZZA SUL LAVORO

– DIRE BASTA AL LAVORO NERO

 

LA DELEGAZIONE DELLA FENEAL UIL SARDA


FOTO1FOTO2FOTO3FOTO4

ROMA, EDILI IN PIAZZA SABATO 18 LUGLIO 2015

volantino1

 

VOLANTINO SCARICABILE :

Allegato piattaforma

ALL.VOLANTINOFinaleAltaRisoluzione

CAGLIARI, IL 5 FEBBRAIO INCONTRO CON IL PRESIDENTE PIGLIARU

 

PRIMO RISULTATO DELLA MOBILITAZIONE DEGLI EDILI DELLA SARDEGNA: IL 5 FEBBRAIO INCONTRO CON IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PIGLIARU

“Le segreterie regionali di categoria FenealUil, Filca Cisl e Fillea Cgil e le segreterie regionali confederali di Cgil, Cisl e Uil Giovedì 5 febbraio p.v., alle ore 15,30, incontreranno il Presidente della Giunta Regionale Francesco Pigliaru sulle problematiche del settore edile.” A renderlo noto è il segretario regionale della FenealUil Sardegna Marco Foddai che dichiara “questo primo risultato, è stato ottenuto grazie al sacrificio di migliaia di lavoratori edili, scesi in piazza il 27 novembre u.s. ad Abbasanta e il 30 gennaio u.s. ad Oschiri, per chiedere lavoro e la spendita di tutte le risorse a disposizione della Regione e degli Enti Locali per aprire cantieri e avviare lavori già progettati e appaltati.
Chiederemo la definizione di un protocollo tra Regione, Sindacati e Imprese orientato a rilanciare e qualificare il lavoro in edilizia.
Chiederemo, inoltre, la rapida approvazione del nuovo testo di legge sull’edilizia per dare ossigeno ad un settore in agonia da oltre cinque anni e che ad oggi ha prodotto la fuoriuscita dal settore di oltre 28 mila lavoratori.

VOLANTINO DA SCARICARE : volantino fronte retro manifestazione 30 gennaio 2015 (5)

LOCANDINA DA SCARICARE : locandina sit-in 30 gennaio

27 NOVEMBRE 2014, NURAGHE LOSA SS 131

MOBILITAZIONE NAZIONALE EDILI: IN LOTTA PER IL FUTURO.

EDILIZIA, OLTRE 28 MILA POSTI DI LAVORO BRUCIATI IN SARDEGNA A CAUSA DELLA CRISI.

MARCO FODDAI RICONFERMATO SEGRETARIO GENERALE DELLA FENEAL-UIL DI SASSARI E OLBIA-TEMPIO

ARTICOLO DEL QUOTIDIANO LA NUOVA SARDEGNA DEL 15/04/2014

 

VITO PANZARELLA NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA FENEAL-UIL NAZIONALE

Il Consiglio Nazionale della Feneal-Uil, alla presenza del Segretario Generale della Uil Luigi Angeletti e del Segretario Generale Aggiunto Carmelo Barbagallo, ha eletto all’unanimità Vito Panzarella Segretario Generale e Massimo Trinci Segretario uscente, alla carica di Presidente.

FALLITA LA STORICA FABBRICA “LATERIZI TORRES SPA” DI PORTO TORRES

La FENEAL-UIL Provinciale di Sassari e Olbia Tempio comunica ai propri iscritti e a tutti i lavoratori interessati che il Tribunale di Sassari ha dichiarato, con sentenza in data 27.12.2013, il fallimento (n° 51/13) della Laterizi Torres spa e ha fissato l’udienza per la verifica delle domande tempestive di insinuazione al passivo per il giorno 06 Marzo 2014.
Pertanto ogni lavoratore che fosse creditore della società a diverso titolo (TFR, retribuzione, indennità ed emolumenti vari) dovrà provvedere a predisporre le domande di insinuazione al passivo del fallimento e a inoltrarle alla procedura a mezzo della Posta Elettronica Certificata entro il termine di 30 giorni prima dell’udienza sopraindicata, salvo diverse disposizioni della Curatela Fallimentare e dell’Autorità Giudiziaria.
La FENEAL-UIL Provinciale, allo scopo di assistere tutti i lavoratori nell’ambito della procedura fallimentare, ha convocato un’assemblea presso la propria Segreteria, sita in Sassari, Via Muroni 5/C, per il prossimo Mercoledi 29 Gennaio 2014 alle ore 17:30, alla quale parteciperanno anche il Segretario Generale Marco Foddai, il Segretario Organizzativo Carmine Marrone e il legale fiduciario della FENEAL-UIL.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Buon Natale

Buon Anno 2014

 

Comitato Enti Paritetici
dell’Edilizia del Nord Sardegna
Raccolta Fondi Emergenza Sardegna


Banco di Sardegna – Agenzia Sassari n.6
IBAN IT28J0101517211000070361725

I Fondi raccolti verranno destinati a uno o più progetti specifici di ricostruzione nelle aree del disastro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oltre 200 quadri e delegati a Cagliari all’iniziativa regionale di feneal,  filca e fillea “Costruire lavoro legale, sicuro, sostenibile”

CICLONE CLEOPATRA DEVASTA LA SARDEGNA: 17 MORTI

 

 

 

 

 

Comitato Enti Paritetici
dell’Edilizia del Nord Sardegna
Raccolta Fondi Emergenza Sardegna

 

A seguito dei tragici eventi conseguenti all’alluvione che ha colpito la Sardegna lo scorso 18 novembre, Ance-Feneal-Filca-Fillea del Nord Sardegna, costituenti la Cassa Edile, la Scuola Edile ed il C.P.T., nell’intento di poter offrire un aiuto concreto alle popolazioni così duramente colpite, hanno costituito il “Comitato degli Enti Paritetici dell’edilizia del Nord Sardegna – Raccolta Fondi Emergenza Sardegna”.

A tal fine, il Comitato ha provveduto all’accensione di un apposito conto corrente presso il Banco di Sardegna, sul quale potranno essere effettuate le donazioni:

IBAN IT28J0101517211000070361725

I Fondi raccolti verranno destinati a uno o più progetti specifici di ricostruzione nelle aree del disastro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALLUVIONE IN SARDEGNA

LA SOLIDARIETA’ DELLA FENEAL

MASSIMO TRINCI, SEGRETARIO GENERALE: “Intervenire per la prevenzione di drammi come questi è un atto di civiltà che il Paese pretende.”

“Restiamo colpiti e storditi ancora una volta dalla furia devastatrice della natura che ha messo in ginocchio la Sardegna e i suoi abitanti. Alle vittime e alle loro famiglie, ai dispersi e agli sfollati, agli instancabili soccorritori va in queste ore il nostro pensiero e sostegno.” Così Massimo Trinci, Segretario Generale Feneal Uil, manifesta il cordoglio e la solidarietà di tutta Federazione Nazionale in una nota con cui ricorda non solo “l’urgenza di intervenire a tragedia avvenuta, ma la necessità di lavorare ad un piano di prevenzione e manutenzione di lungo corso contro il dissesto idrogeologico, perché tutto questo non accada più e in nessuna parte d’Italia.”
“E’ un disco rotto oramai l’invito che rivolgiamo alle istituzioni e che, come parti sociali, andiamo ripetendo da tempo, – aggiunge il segretario – la politica deve intervenire per prevenire queste tragedie, difendere e tutelare il territorio che è una nostra ricchezza, attivando misure concrete contro lo sfruttamento eccessivo del suolo e per la messa in sicurezza delle zone a rischio. Un’occasione di crescita non solo sul piano dell’economia ma sul piano della civiltà. ”

LUNEDI 25 NOVEMBRE 2013 GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

ROMA, 19 NOVEMBRE 2013
PRESIDIO UNITARIO DAVANTI AL MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE

 

 

 

 

 

Martedì 19 novembre dalle ore 9 alle ore 13 si svolgerà un presidio unitario per sollecitare adeguati finanziamenti per gli ammortizzatori sociali in deroga.Dalla Sardegna è prevista la partecipazione di una folta delegazione di lavoratori in cassa integrazione e mobilità in deroga dei territori del Cagliaritano, dell’Oristanese, del Nuorese e del Sassarese.

 

Sarà inoltre presente Il Segretario Generale Regionale della Feneal-Uil Marco Foddai.

SASSARI, SIT-IN CGIL,CISL,UIL PER MODIFICARE LA LEGGE DI STABILITA’
MARCO FODDAI, SENZA RISPOSTE LA MOBILITAZIONE PROSEGUIRA’

SASSARI,GIOVEDI 15 NOVEMBRE 2013

SCIOPERO GENERALE NAZIONALE CGIL,CISL,UIL DI QUATTRO ORE  PER CAMBIARE LA LEGGE DI STABILITA’ DEL GOVERNO

SIT-IN DAVANTI ALLA SEDE DELLA PREFETTURA IN PIAZZA D’ITALIA, DALLE ORE 9 ALLE ORE 12

SASSARI, 25 OTTOBRE 2013
ORE 9,30 PRESSO LA SALA CONSILIARE DELLA CCIAA SASSARI
CONFERENZA STAMPA
CONSULTA DELLE COSTRUZIONI DI SASSARI

Comunicato su PUC di Sassari Versione Finale

CAGLIARI, 23 OTTOBRE

FIERA CAMPIONARIA

ASSEMBLEA REGIONALE DEI QUADRI E DELEGATI CGIL, CISL E UIL

LOCANDINA_FIERA_BONANNI

documento cgil,cisl,uil per 23 ottobre 2013

TONINO CORREALE, UN AMICO DEI SARDI E DELLA SARDEGNA

 

 

Per te che non ci sei più…..
Per te che da lassù continui a guardarci, e a volerci bene…..

 

Oggi ricorre il primo anniversario della scomparsa di Antonio Correale (noto Tonino), già Segretario Generale della Feneal-Uil Nazionale.
Desidero ricordare a tutti, in particolare ai quadri più giovani che non lo hanno conosciuto, questo caro amico dei Sardi e della Sardegna.
“Tonino” era uno di noi, ricorderemo sempre la sua umanità, la sua generosità, la sua dedizione per aiutare i più deboli.
Marco Foddai
Segretario Generale Feneal Uil Sarda

BANDO DI CONCORSO “ANTONIO CORREALE”

Pubblicato il bando di concorso presso l’ Università LUISS Guido Carli di Roma in memoria dell’ex segretario generale Feneal Uil, scomparso un anno fa, per l’assegnazione di due borse di studio per tesi di laurea in diritto del lavoro.
“Un riconoscimento importante alla memoria e all’impegno sempre profuso nel lavoro e nel sindacato dal nostro caro amico e collega Tonino.” E’ Massimo Trinci, Segretario Generale Feneal Uil, a presentare il progetto, istituito presso l’Università LUISS Guido Carli grazie alla collaborazione di Feneal Uil, Ital Uil e Uil Scuola, e mediante il quale verranno assegnate due borse di studio finalizzate alla preparazione di tesi di laurea in diritto del lavoro su tematiche attinenti alla Bilateralità e alla Sicurezza nei luoghi di lavoro, a studenti che, iscritti o fuori corso da non più di un anno, conseguano il diploma di laurea in Giurisprudenza entro il 31 luglio 2014.

“Abbiamo voluto insieme a Ital e Uil Scuola rendere omaggio alla memoria di Tonino – continua il segretario – attraverso un progetto che promuova la cultura del lavoro e della sicurezza. Un contributo al diritto allo studio e al sapere per premiare il merito, ricordando un uomo che ha dedicato la sua vita a questi valori, mostrandosi sempre sensibile verso i giovani e le generazioni future.”

Link del bando di concorso “Antonio Correale”

bando_antoniocorreale_2013

 

 

FENEAL UIL – FILCA CISL – FILLEA CGIL nel considerare positiva l’ apertura avviata con la sottoscrizione dell’ Addendum del 28 giugno u.s., soprattutto nella parti che prevedono la possibilità di usufruire della CIGD alla maturazione dell’ anzianità aziendale di 90 gg e nella previsione di erogare anche per il 2° semestre 2013 la CIGD e la Mobilità in Deroga per coloro che sono già in 3^ concessione, permangono comunque alcune criticità che si ritiene debbano essere prese seriamente in considerazione visto il perdurare della crisi che colpisce in particolare il settore delle costruzioni.

 

 

A tal fine rivendicano:

 

  • Reperimento delle risorse mancanti e certezza di pagamento ai beneficiari;
  • Accelerazione della spendita delle risorse esistenti con contestuale pagamento delle domande inoltrate;

 

Inoltre, data la tipologia del rapporto di lavoro in edilizia, avente la caratteristica di                            pluralità di rapporti di medio-breve durata, si richiedono:

 

  • Superamento criterio annualità di anzianità aziendale con applicazione del criterio di maturazione  di un anno di lavoro, anche se in più imprese, nell’ ultimo biennio;
  • Attivazione politiche attive di lavoro con percorsi di utilizzo presso enti locali per lavorazioni tipiche del settore (es. manutenzione plessi scolastici, manutenzione e riassetto idrogeologico del territorio).
  • Formazione mirata per il settore (es. bioedilizia, bonifiche, arredo urbano)

 

I Segretari Generali

 

Feneal Uil                            Filca Cisl                           Fillea Cgil

(Marco Foddai)             (Renzo Corveddu)          (Enrico Cordeddu)

Oltre 100 mila lavoratori, pensionati e disoccupati alla manifestazione in piazza san giovanni a roma di UIL, CISL e CGIL per rivendicare dal governo provvedimenti urgenti per il lavoro.

 

 

ROMA 22 GIUGNO 2013 MANIFESTAZIONE NAZIONALE LAVORO E’ DEMOCRAZIA

LA FENEAL-UIL SARDA PARTECIPERA’ AL CORTEO UNITARIO CON OLTRE 100 QUADRI E DELEGATI

31 MAGGIO 2013. RIPARTIAMO! ORISTANO: 1500 EDILI DA TUTTA LA SARDEGNA IN PIAZZA ELEONORA AL SIT-IN FENEAL UIL, FILCA CISL E FILLEA CGIL

ORISTANO, VENERDI 31 MAGGIO 2013 MANIFESTAZIONE REGIONALE DI FENEAL, FILCA, FILLEA PER DIRITTI, LAVORO E OCCUPAZIONE

 

FENEAL UIL               FILCA CISL              FILLEA CGIL

                                                              SARDEGNA

 
          Organizzazioni sindacali Nazionali FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA CGIL hanno indetto per il giorno 31 maggio 2013 una giornata di mobilitazione nazionale che si inserisce nella più ampia iniziativa confederale unitaria che culminerà con la manifestazione nazionale del 22 giugno richiamando ancora una volta l’attenzione sulle priorità del settore delle costruzioni (edilizia ,cemento, legno-sughero, laterizi, manufatti in cemento e lapidei) ormai in ginocchio.
Le segreterie Regionali di FENEAL UIL, FILCA CISL ,FILLEA CGIL
rilanciano le rivendicazioni proprie del settore a partire da :
 
         Allentamento patto di stabilità per i comuni virtuosi;
         Immediato utilizzo dei Fondi Fas impedendo che vengano utilizzati per scopi diversi per quale sono nati;
         L’avvio dei grandi cantieri per la costruzione di grandi opere infrastrutturali al fine di colmare il gap che contraddistingue la Sardegna rispetto al Paese ed all’Europa;
         Favorire il decollo del project financing funzionale ad attrarre capitali privati per la realizzazione di importanti opere pubbliche ;
         La messa in sicurezza del territorio soprattutto in quelle aree dove maggiormente si sono registrate gli effetti delle calamità naturali ;
         Dare forte impulso al recupero del le aree urbane e riqualificazione del patrimonio abitativo con una forte attenzione non solo alle città, ma anche alle zone interne che nell’ultimo decennio stanno subendo una forte accelerazione dello spopolamento ;
         Completamento dell’adeguamento della principale arteria di collegamento tra Nord e Sud della Sardegna ( 131 Carlo Felice ), completamento della S.S. 125, accelerazione della cantierizzazione della Sassari – Olbia, impulso alla realizzazione della trasversale Sarda ( Oristano – Tortolì ), realizzazione della Olbia – Santa Teresa di Gallura, completamento della Sassari – Alghero, accelerazione della cantierizzazione della S.S. 195 Cagliari – Pula, piano di viabilità che dovrà essere supportato da un energico intervento delle vie di comunicazione delle zone interne al fine di contribuire all’arresto del fenomeno di spopolamento;
– Housing sociale, predisposizione di piani abitativi che diano risposte all’emergenza casa attraverso la realizzazione di alloggi per studenti, immigrati, anziani, giovani copie e soggetti a rischio di esclusione sociale attraverso il recupero del patrimonio immobiliare sardo a partire dall’edilizia scolastica.
          rendere strutturale e rafforzare gli incentivi destinati alla riqualificazione del patrimonio abitativo in una logica di sostenibilità ambientale e risparmio energetico, operando con il meccanismo del contrasto di interessi.
         Piano energetico Regionale supportato dalla realizzazione della metanizzazione della Sardegna attraverso il progetto Galsi.
 Queste le priorità individuate dai Sindacati, che chiedono urgentemente alla Giunta regionale l’avvio di tavoli istituzionali permanenti capaci di dare risposte concrete per il lavoro e l’occupazione e agli Enti Locali provvedimenti tempestivi al fine di dare, attraverso strumenti concreti di politica attiva, una prospettiva alle migliaia di lavoratori espulsi dal settore.    
 

CAGLIARI, VENERDI 24 MAGGIO 2013 OLTRE 5 MILA PERSONE AL CORTEO DI CGIL, CISL E UIL PER IL LAVORO

Foto della delegazione di Sassari durante la manifestazione a Cagliari

FENEAL UIL SARDEGNA: LAVORO, CRESCITA, COESIONE SOCIALE

Lavoro, crescita e coesione sociale è questo lo slogan con cui a Cagliari, lo scorso Venerdi 1 Marzo, la Feneal di Sardegna ha riunito l’Assemblea dei quadri e delegati dell’isola per denunciare al Paese ed alle Istituzioni il difficile momento che il comparto delle costruzioni sta vivendo in questo territorio, sottraendo una speranza di sussistenza a tante famiglie di operai impiegati nel settore.
All’incontro sono intervenuti:
Maurizio De Pascale – Presidente Ance Sardegna
Giovanni Battista Idda – Presidente regionale Anaepa Confartigianato
Francesca Ticca – Segretario Generale UIL Sardegna
Gianni Olla – Segretario Generale Feneal-Uil Cagliari
Mario Arzu – Segretario Generale Feneal-Uil Nuoro e Ogliastra
Carlo Marras – Segretario Generale Feneal-Uil Oristano

Più di 200 persone, provenient da tutte le province della Sardegna, sono intervenute per richiedere misure urgenti e straordinarie per aiutare il settore edile, in crisi profonda da ormai 5 lunghi anni, nella totale indifferenza della politica, delle istituzioni e del sistema creditizio.
Marco Foddai – Segretario Generale della Feneal-Uil Sardegna – nella relazione introduttiva ha sottolineato l’importanza di rimettere in moto l’economia del settore, riattivando gli appalti ed i rubinetti del credito, altrimenti il collasso totale è inevitabile. Tutte le previsioni confermano che se non si allenta in modo intelligente il Patto di Stabilità immettendo subito risorse vere che sblocchino i cantieri il 2013 sarà l’anno più nero.
Nell’isola sono 22000 i posti di lavoro in meno dal 2008 e circa 2000 le imprese edili fallite; la cassa integrazione è aumentata del 47% e sono diminuite del 37% le ore lavorate. Per la Feneal Sardegna è un dramma economico e sociale.
I lavori sono stati conclusi dall’intervento di Massimo Trinci – Segretario Generale della Feneal-Uil – che apprezzando l’iniziativa della Federazione Sarda ha sottolineato come sia urgente intervenire, oltre che sulla crescita, sull’affermazione di un nuovo modello di sviluppo per il settore basato sulla qualità del lavoro e del processo, sul recupero abitativo e sull’efficienza energetica sapendo tutelare la parte sana del sistema delle imprese.

scan 2 marzo 2013 quotidiano unione sarda su iniziativa feneal uil sarda

scan 3 marzo 2013 quotidiano unione sarda su iniziativa feneal uil sardegna 1 mar

Il Segretario Generale della Feneal-Uil Nazionale Massimo Trinci a Cagliari Venerdi 1 Marzo ore 9:30 Hotel Mediterraneo

VENERDI 1 MARZO 2013 ORE 9:30 CAGLIARI HOTEL MEDITERRANEO

In occasione del Natale e all’alba di un Anno Nuovo, la Feneal Uil di Sassari e Olbia Tempio augura serene festività

Il Segretario Generale, Marco Foddai

CHIANCIANO TERME, 21 E 22 NOVEMBRE 2012 ASSEMBLEA NAZIONALE DEI QUADRI E DELEGATI FENEAL-UIL

CAGLIARI, 24 NOVEMBRE MANIFESTAZIONE REGIONALE

PRIMA DI TUTTO IL LAVORO!

CGIL_CISL_UIL_volantino_24_novembre_2012[1]

La Feneal-Uil di Sassari e Olbia-Tempio partirà da Sassari alle ore 6 (Galleria Monserrat – parcheggio CONAD di via Budapest) per raggiungere il concentramento previsto alle ore 9,30 in Piazza Giovanni XXIII a Cagliari.

SASSARI, IN DIECIMILA IN PIAZZA PER IL LAVORO

Oltre diecimila persone sono scese in piazza questa mattina a Sassari per chiedere al governo Regionale e Nazionale misure urgenti per contrastare la crisi che ha messo in ginocchio la Provincia di Sassari.

IL CORTEO DEGLI EDILI
“A.A.A. LAVORO CERCASI”

SASSARI, VENERDI 26 OTTOBRE 2012 SCIOPERO GENERALE (8 ORE) CGIL, CISL, UIL TERRITORIALE

Per contrastare la crisi nel nostro territorio;
contro l’inefficienza del governo Regionale e Nazionale;
per la riapertura del confronto tra Stato e regione a favore della vertenza Sardegna;
per il rilancio dell’edilizia.
Il concentramento della Feneal-Uil è previsto alle ore 8,30 presso il piazzale del supermercato CONAD di Via Budapest (galleria Monserrat), da dove muoverà per il concentramento unitario di CGIL, CISL e UIL previsto all’inizio di viale Italia alle ore 9,30 per raggiungere in corteo l’Emiciclo Garibaldi -Sassari.
volantino manifestazione :
CGIL Vol sciopero del 26-10 tr (2)

MASSIMO TRINCI NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA FENEAL UIL NAZIONALE

Il Comitato Centrale della Feneal Uil, alla presenza del Segretario Generale della UIl Luigi Angeletti, ha eletto all’unanimità Massimo Trinci nuovo Segretario Generale dopo la scomparsa del Segretario Antonio Correale che ha guidato con dedizione e passione il sindacato negli ultimi tre anni.

CIAO TONINO !

E’ VENUTO A MANCARE IL SEGRETARIO GENERALE DELLA FENEAL-UIL NAZIONALE ANTONIO CORREALE

SASSARI  la sede della Feneal-Uil Sarda in lutto

IL COMUNICATO DELLA SEGRETERIA REGIONALE
Il Segretario Generale Marco Foddai, i Segretari Regionali Gianni Olla, Carlo Marras, Mario Arzu e tutta la Feneal-Uil Sarda, addolorati per la Sua prematura scomparsa, si stringono in un affettuoso abbraccio alla moglie Carolina, alle figlie, al fratello Emilio e a tutti i familiari.
Ne ricordano le grandi doti umane, la serietà, la competenza, la dedizione alle tutele del lavoro, i tanti preziosi consigli avuti per la difficile gestione delle problematiche che vivono gli Enti Paritetici di settore a causa della grave crisi del comparto edile, la grande raccomandazione di stare vicino ai lavoratori, ai disoccupati ed a tutti quelli che sono in difficoltà perché non trovano lavoro in un Paese che non cresce ed in particolare in una Regione che vive quotidianamente drammi occupazionali.
Tonino Correale mancherà tanto a tutti noi, ma resterà sempre vivo nei ricordi della Feneal-Uil Sarda di cui in tutti questi anni si è dimostrato amico e sostenitore.
IL COMUNICATO DELLA SEGRETERIA NAZIONALE
La Feneal Uil ha perso un grande ed appassionato dirigente sindacale di tanti anni di battaglie importanti e conquiste preziose per la categoria.
Antonio Correale Segretario Generale Feneal Uil dal gennaio 2010, lungamente a capo della segreteria organizzativa Feneal dopo una lunga militanza nella Federazione di Napoli, di cui è stato segretario fino al suo approdo nella segreteria nazionale Feneal.
La Segreteria e tutta la Federazione si stringe attorno ai familiari in un affettuoso e fraterno cordoglio e nel ricordo di un grande uomo che fino alla fine si è dedicato al lavoro con tutto sé stesso, forte di un impegno sindacale di eccezionale valore che rimarrà un esempio nella storia della Feneal.
L’umanità e il forte senso di autonomia, il profondo radicamento ai valori del riformismo e del contrattualismo restano ben saldi nella coscienza dei militanti della Feneal Uil e non smetteranno mai di generare frutti e speranze per lo sviluppo del nostro sindacato.
IL COMUNICATO DELLA UIL NAZIONALE
E’ morto il Segretario generale della Feneal-UIL, Antonio Correale. Alla guida della categoria degli edili da circa tre anni, Correale è venuto a mancare, oggi, a causa di un improvviso peggioramento di una lunga malattia che non gli aveva impedito di svolgere il suo ruolo, attivamente e in prima linea, sino all’ultimo giorno di vita. Docente della formazione, aveva iniziato il suo impegno negli edili della Uil di Napoli. Dirigente sindacale sin dal 1978, Correale era entrato a far parte della Segreteria nazionale nel 1992. Chiamato a guidare la categoria, in un momento di grandi e delicate difficoltà, Correale aveva saputo ridare slancio all’azione della Feneal-UIL. Uomo di grande sensibilità e bontà congiunte ad un’eccezionale capacità professionale, Correale lascia un vuoto incolmabile. Addolorati per la sua prematura scomparsa, Luigi Angeletti e la Uil tutta si stringono al fianco della moglie, delle figlie e dei familiari.

Roma, 17 Luglio 2012 ore 10

Presidio al Ministero dello Sviluppo Economico per chiedere l’apertura di un tavolo di confronto per le costruzioni ed il rilancio del settore

DOPO IL TERREMOTO CHE HA COLPITO L’EMILIA, LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI CGIL CISL E UIL PROGRAMMATA PER SABATO 2 GIUGNO A ROMA E’ STATA RINVIATA A SABATO 16 GIUGNO 2012.

ROMA, SABATO 2 GIUGNO 2012

Una delegazione delle Feneal Uil di Cagliari, Oristano, Nuoro e Sassari parteciperà al corteo unitario di CGIL, CISL e UIL con lo striscione delle Feneal Uil Sardegna.

Martedi 13 Marzo 2012 sciopero generale regionale di 8 ore dei settori produttivi e dei servizi a rete

 

Manifestazione regionale a Cagliari :
2 pullman della feneal-uil partiranno da Sassari (Piazzale Segni ore 6:00) per raggiungere il concentramento previsto alle ore 9:30 in piazza Garibaldi a Cagliari.

 

 

 

30 mila lavoratori delle costruzioni in corteo a Roma

 

 

 

 

Manifestazione Nazionale Feneal, Filca, Fillea

 

 

 

 

La delegazione della feneal-uil Sarda sfila a Roma nel corteo dei 30 mila lavoratori delle costruzioni.

RILANCIO DEL SETTORE, OCCUPAZIONE, PENSIONI

ROMA, SABATO 3 MARZO 2012

MANIFESTAZIONE NAZIONALE  di Feneal, Filca e Fillea

 

volantino corteo 3 marzo

PIATTAFORMA UNITARIA

CGIL CISL UIL

Lunedi 12 dicembre 2011,
tre ore di sciopero
per rivendicare modifiche alla manovra economica.
Sassari, ore 9,30 presidio davanti alla prefettura in piazza d’Italia.

Cagliari, 11 novembre 2011. La Sardegna si ferma per lo sciopero generale di CGIL, CISL e UIL.

Sarebbero dovuti essere 40 mila, ne sono arrivati molti di più. Oltre 60 mila, hanno invaso le vie di Cagliari per chiedere lavoro, diritti, riforme e sviluppo.

VENERDI 11 NOVEMBRE 2011 SCIOPERO GENERALE CGIL CISL UIL

comunicato stampa sciopero generale

Sassari, Venerdì 2 settembre: Presidio UIL in Piazza d’Italia

CONTINUA LA MOBILITAZIONE DELLA UIL PER CHIEDERE AL GOVERNO LA MODIFICA DELLA MANOVRA ECONOMICA

QUADRI E DELEGATI DELLA FENEAL-UIL , SARANNO PRESENTI VENERDI 2 SETTEMBRE 2011 ALLE ORE 18 AL PRESIDIO UIL DAVANTI ALLA PREFETTURA DI SASSARI (PIAZZA D’ITALIA),  

PER UNA MANOVRA PIU EQUA ED EFFICACE.

NO AL CONTRIBUTO UNIFICATO NELLE CAUSE DI LAVORO E PREVIDENZIALI

 

Al via la campagna Feneal-Uil  per l’abolizione della norma prevista dalla recente manovra economica e ritenuta iniqua e incostituzionale.

 

 

 

Da oggi se vuoi avere giustizia devi pagare

Con la nuova Legge di stabilità approvata dal Parlamento nella manovra finanziaria i lavoratori dovranno mettere mano al portafogli per vedere riconosciuti i propri diritti. Ogni volta che si presenteranno davanti al giudice per i processi di lavoro o previdenziali gli verrà chiesto di pagare il Contributo unificato, una tassa imposta per le cause civili.

Al lavoro non si deve far pagare la crisi: il lavoro è un diritto

Contributo unificato, lavoro mortificato

Il senso e gli obiettivi della campagna Feneal Uil

1. Cos’è il Contributo unificato?

Nel Decreto legge n° 98 del 6 luglio 2011, relativo a «Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria», meglio conosciuto come la «Manovra», approvato in tempi brevissimi dalle Camere e divenuto immediatamente esecutivo, è stato introdotto il Contributo unificato anche per le cause di lavoro e previdenziali. Il Contributo unificato è un onere monetario da pagare obbligatoriamente da parte del lavoratore (o del suo patrocinatore) tutte le volte che egli intenda iscrivere una causa in ruolo, ovvero intraprendere un’azione giudiziaria per ottenere la tutela dei propri diritti dalla giustizia civile. Il pagamento è dovuto indipendentemente dall’esito del contenzioso, ossia dal contenuto espresso dal giudice che venga chiamato ad emettere una sentenza che vede contrapposti uno o più lavoratori al proprio datore di lavoro. Il Contributo unificato d’ora innanzi vale quindi anche per le cause di lavoro, per quelle previdenziali e per quelle relative all’assicurazione obbligatoria, sia nel primo grado di giudizio come in quelli successivi.

2. Qual è l’importo del Contributo unificato?

Si calcola in base al valore dell’oggetto della causa: è di 18,50 euro per i processi di valore fino a 1.100 euro; di 42,50 euro per le cause da 1.100,01 fino a 5.200 euro; di 103 euro per quelle fino a da 5.200,01 fino 26.000 euro; di 225 euro per quelle da 26.000,01 fino a 52.000 euro così come per quelle dall’importo indeterminabile; di 330 euro per quelle fino a 260.000 euro; di 528 euro per quelle fino a 520.000 euro; di 773 euro per quelle cause che superano la soglia di valore di 520.000,01 euro. È previsto un unico caso di esenzione residuale per i titolari di un reddito inferiore al triplo di quello fissato dal decreto del ministero di Giustizia per l’accesso al patrocinio gratuito, pari ad un lordo di 31.884,48 euro. Comunque vada, si dovrà in tutti i casi pagare sempre, e di tasca propria.

3. Cosa cambia rispetto al passato?

Il primo cambiamento è che d’ora innanzi i lavoratori dovranno pagare per avviare una causa relativa alla tutela dei propri diritti. Il Contributo unificato, infatti, era già in vigore per i contenziosi giudiziari di natura civile ma fino ad oggi il legislatore (ossia il Parlamento) l’aveva escluso volutamente da tutte le cause relative al lavoro.

4. Cosa c’è in gioco?

Non solo il denaro, ma qualcosa di ben più importante. Infatti il Contributo unificato lede il principio costituzionale, ripetuto già a partire dal primo comma dell’articolo 1 della Costituzione, laddove si dice che l’«Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro», della centralità di quest’ultimo nella vita pubblica del Paese. In gioco non c’è solo il già magro livello delle retribuzioni ma anche la possibilità di chiedere alla legge di vedere rispettati i propri diritti quando questi sono messi in discussione dalla controparte datoriale. La mancata corresponsione dello stipendio vuol dire per molti lavoratori la più completa mancanza di una fonte di reddito. Chiedere ad essi, o ai loro rappresentanti, di farsi carico di costi aggiuntivi sui quali la pubblica amministrazione si avvantaggia economicamente, è intollerabile. La Feneal-Uil tutela gli interessi dei lavoratori del settore edile ed è ben consapevole del grave momento di crisi che il nostro Paese sta vivendo, però non è disposta ad accettare una misura che colpisce non solo gli interessi ma anche i diritti dei lavoratori, come se tutto ciò fosse da intendersi come un fatto puramente contabile. L’introduzione del Contributo unificato è stato presentato nel decreto di stabilità ma, dietro questa finta neutralità dei numeri, c’è il rischio che il lavoro venga ulteriormente discriminato e svantaggiato. Il Contributo unificato sulla cause di lavoro è stato introdotto senza nessuna reale discussione – né tanto meno negoziazione – da parte del governo con i rappresentanti sindacali. Si tratta di una brutale imposizione, all’interno di una «manovra di stabilità» che colpisce essenzialmente le fasce di popolazione più deboli, con limitazioni di offerta dei servizi pubblici e nuove tasse, e con il pericolo che le prossime disposizioni finanziarie portino ulteriori compressioni dei diritti dei lavoratori e delle loro famiglie.

5. Cosa occorre fare?

La questione del Contributo unificato è un problema di principio che va al di là dell’aspetto economico, chiamando in causa la tutela del mondo del lavoro. La prima cosa da fare è non rimanere zitti, ma iniziare a fare sentire il proprio dissenso attraverso una capillare informazione ai lavoratori. La seconda è un appello alla sensibilità del mondo politico per ottenere un necessario e urgente ripensamento legislativo.

Solo uniti, lavoratori e sindacato possono sperare di vincere

SASSARI, 2000 IN PIAZZA PER LO SVILUPPO, PER IL LAVORO, PER LA SICUREZZA NEI CANTIERI

 

SASSARI – 24 GIUGNO 2011 – SCIOPERO GENERALE TERRITORIALE DI 8 ORE – MANIFESTAZIONE UNITARIA DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI – CONCENTRAMENTO ORE 9,30 PIAZZALE SEGNI

 

Ancora una volta insieme, le Organizzazioni Imprenditoriali e Sindacali si riuniscono per chiedere regole chiare e formulare proposte per il sostegno e il rilancio dell’industria delle costruzioni nella Provincia di Sassari. L’industria delle costruzioni, il più importante settore trainante dell’economia locale, continua ad essere gravemente pregiudicato da vari e radicati elementi negativi: scarsità di lavoro, che produce un quadro concorrenziale anomalo ed esasperato; procedure fortemente penalizzanti per le imprese e non garantiste per gli Enti appaltanti, con riflessi negativi sulla collettività; lentezza e confusione nelle procedure burocratiche, che comportano soprattutto insostenibili ritardi nei pagamenti per i lavori eseguiti che si riflettono sui lavoratori. Altri numerosi ostacoli nel sistema degli appalti pubblici e in quello dell’edilizia privata, dopo aver falcidiato moltissime Imprese e causato la perdita di migliaia di posti di lavoro, minacciano la sopravvivenza di quelle Imprese ancora sane e vitali che adesso, però, devono essere sostenute e difese, per rilanciare l’economia locale ed evitare un ulteriore incremento del numero di disoccupati nella Provincia. La persistente crisi economica, che soprattutto nel nostro territorio ha generato ripercussioni negative in tutta la filiera delle costruzioni, impone ancor di più la necessità di prendere decisioni importanti ed urgenti, per il rilancio del comparto e la riaffermazione dei criteri di efficienza, qualità, sicurezza e legalità. Tutto ciò presuppone necessariamente un alto livello di partecipazione, responsabilità e vigilanza da parte del sistema delle Imprese e del Sindacato, ma anche e soprattutto da parte di tutti gli Enti e le Amministrazioni interessate. A queste Istituzioni le Associazioni delle Imprese e dei lavoratori si rivolgono, perché attivino con urgenza le iniziative necessarie per affrontare e risolvere la crisi del settore. Per il rilancio dell’economia del comparto edile, e pertanto dell’intera economia locale, è indispensabile che ciascuno degli attori coinvolti nel sistema svolga la parte di propria competenza. Gli STATI GENERALI DELLE COSTRUZIONI, che si terranno a Sassari il 24 giugno 2011, rappresentati dalle Associazioni di categoria datoriali e sindacali, da tutti i settori collegati, nonché dagli Ordini professionali e dai lavoratori disoccupati, vogliono, in questo senso, rappresentare il luogo della riflessione, della proposta e dell’attuazione di questo rilancio.

 

 

La Federazione Nazionale Lavoratori dell’Edilizia industrie affini e del Legno (FeNEAL -UIL)

organizza i lavoratori dipendenti da imprese che operano nel settore dell’edilizia, del legno e boschivo, del cemento, fibrocemento, calce e gesso, dei laterizi, della calce e gesso, dei materiali lapidei, e nei settori affini e simili. La FeNEAL – UIL persegue lo scopo di difendere gli interessi economici e morali dei lavoratori per un assetto sociale sempre più avanzato, espressione delle esigenze di democrazia, di libertà e di giustizia su cui si fonda la Carta Costituzionale e nel rispetto degli accordi internazionali.